Gamification e delega tecnologica: un workshop formativo condotto dal gruppo di ricerca Ippolita.
Nell’ambito del progetto Traiettorie Urbane, Send propone il workshop formativo “Gamification e delega tecnologica” condotto dal gruppo di ricerca indipendente Ippolita, venerdì 22 marzo alle 15.00 da booq.
gamification_traiettorieurbane

Nell’ambito del progetto Traiettorie Urbane, Send propone il workshop formativo “Gamification e delega tecnologica” condotto dal gruppo di ricerca indipendente Ippolita.  

A chi è rivolto

Il workshop è rivolto a educatori, assistenti sociali, insegnanti, operatori del terzo settore, volontari, interessati a esplorare il funzionamento dei giochi digitali, sempre più presenti nella vita degli adolescenti così come degli adulti di riferimento.  Essi trovano ampio utilizzo nei momenti ludici e di svago, nonché un crescente impiego in ambito educativo e formativo quali strumenti capaci di abilitare l’apprendimento attivo, l’interazione, la collaborazione. Sviluppare uno sguardo consapevole sul funzionamento degli strumenti digitali, risulta di fondamentale importanza per supportare la crescita dei giovani, la loro capacità di scelta e di interazione nella società contemporanea.  

Il workshop

Nessuno, o quasi, ha ricevuto una formazione specifica su social o smartphone, eppure tutti possono diventare abili a usare questi strumenti, anche bambini molto piccoli. Come è possibile? Siamo tutti geni o forse le procedure delle interfacce sono progettate per farci reagire a stimoli preimpostati? Questa è la via dell’automatizzazione, della gamificazione, della delega totale alle macchine, della tecnocrazia. Vogliamo davvero vivere in un mondo in cui le “nuove tecnologie” ci offrono la possibilità di non dover scegliere nulla, perché scelgono loro al posto nostro liberandoci dal fardello della scelta? Oppure vogliamo costruire relazioni basate sulla curiosità e il piacere di scoprire insieme alle macchine e ai dispositivi? Questa è la via dell’autodifesa digitale e della pedagogia hacker. Nel corso del workshop verrà proposta una decostruzione critica delle interfacce web commerciali, facendo emergere gli elementi compositivi legati alla gamificazione dell’esperienza dell’utente. Inoltre, verrà messa a fuoco la relazione che mente e cervello instaurano con i dispositivi digitali, ponendo l’attenzione sui vari meccanismi di delega che questi comportano sotto il profilo cognitivo”. 

Articolazione del workshop

  1. Gamificazione delle interfacce: analisi e confronto critico di social, smartphone, ecc. con le interfacce dei giochi presentati in video.
  2. Accenni di Gamificazione: introdurre gli elementi compositivi dell’interfaccia gamificata: competitività, classifiche, livelli, ricompensa/meccanismo premiale, accumulo.
  3. Delega Cognitiva: emotiva e relazionale. Comprensione dei meccanismi di delega agli strumenti tecnologici, dalla memoria ai bisogni relazionali.

Cos’è Ippolita

Ippolita è un gruppo di ricerca indipendente e interdisciplinare che si occupa di tecnologie digitali e filosofia della tecnica. I loro libri sono diffusi in modo trasversale: dalle comunità hacker alle aule universitarie e organizzano laboratori, formazione, incontri di critica della rete, pedagogia hacker e autodifesa digitale per accademici, giornalisti, gruppi di affinità e persone curiose.

Quando

Venerdì 22 marzo 2024, dalle 15.00 alle 18.00.

Dove

booq – bibliofficina di quartiere, via Santa Teresa (angolo Piazza Kalsa) – Palermo

Iscrizioni

Per partecipare sarà necessario presentare la propria candidatura entro il 18/03/2024, attraverso il modulo disponibile a questo link https://forms.gle/cuaYAzn2aJSgZQc57.
La partecipazione verrà confermata via e-mail, all’indirizzo fornito in fase di candidatura. Sarà data priorità ai profili a cui il workshop si rivolge (educatori, assistenti sociali, insegnanti, operatori del terzo settore, volontari); in caso di ulteriori posti disponibili, si procederà in ordine di ricezione delle domande fino ad esaurimento posti (max 25 partecipanti). 

Info e contatti: muffoletto@sendsicilia.it – 0916172420

Traiettorie Urbane è un progetto selezionato da Con i Bambininell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile e cofinanziato da Fondazione EOS Edison Orizzonte Sociale. Il progetto è stato ideato da CLAC ETS, Associazione Mare Memoria Viva e Fondazione EOS Edison Orizzonte Sociale. Realizzato in partnership con Centro Diaconale “La Noce” – Istituto Valdese, Cantieri Culturali alla Zisa ETS, Comunità Danisinni ETS, booq, SEND, Associazione Handala, U’Game, EDI – Educazione ai Diritti dell’Infanzia dell’Adolescenza, Cpia Palermo 1 – Nelson Mandela, IC Antonio Ugo, Maghweb e Ufficio del Garante Infanzia e Adolescenza del Comune di Palermo.