Aperte le iscrizioni ai laboratori di “Ciclofficina” e “Orientamento digitale e Educazione alla lettura”
Due laboratori interculturali per favorire l’inserimento socio-relazionale e la costruzione di life skills: ciclofficina e orientamento digitale e educazione alla lettura.
LABORATORI INTERCULTURALI-2

Vuoi imparare a conoscere com’è fatta la tua bici e scoprire come ripararla e prendertene cura?

Vuoi imparare a muoverti nel mondo digitale e scoprire uno spazio in cui è possibile accedere a migliaia di libri e fumetti? 

Vuoi conoscere altri giovani della tua età per scoprire storie e culture diverse?

Booq organizza, insieme a SEND e Gambian Association in Palermo, due laboratori interculturali rivolti a giovani tra i 16 e i 24 anni che abitano a Palermo, per favorire l’incontro e la socializzazione: ciclofficina e educazione alla lettura digitale.

 

Ciclofficina
(dal 27 marzo tutti i mercoledì dalle 18.30 alle 20.30 da booq)

In questo laboratorio impareremo a conoscere le parti fondamentali della nostra bici e come guidarla nella maniera più sicura, a occuparci della manutenzione e della riparazione in strada e scopriremo tutti i vantaggi di un modo di muoversi economico e pulito.

Durante tutte le fasi metteremo in pratica ciò che abbiamo imparato.

 

Orientamento digitale e educazione alla lettura
(dal 28 marzo tutti i giovedì dalle 15.00 alle 18.00 da booq)

In questo laboratorio impareremo a muoverci nel mondo digitale familiarizzando con l’utilizzo di strumenti utili nella vita quotidiana, impareremo ad accedere a servizi fondamentali e a interagire con altri e impareremo a conoscere la biblioteca di booq, uno spazio di apprendimento creativo in cui studiare, cercare informazioni, leggere libri e fumetti.

Al termine di ogni laboratorio verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

Per ulteriori info:
booq +39 375 645 1164

CLAP si fonda sull’alleanza tra SEND, Booq e Gambian Association in Palermo, in continuità con gli interventi, le metodologie e gli approcci sviluppati dal partenariato a Palermo negli ultimi anni, aggiungendo elementi di innovazione e di ampliamento dell’impatto. Il progetto mira a favorire l’autonomia dei/delle minori migranti soli/e e giovani adulti/e nella città di Palermo.